fbpx

“IL DUCA” OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 100% ITALIANO

VALUTAZIONE ORGANOLETTICA: olio extravergine di oliva

CULTIVAR: Nocellara 60%  – Biancolilla 40%

AREA GEOGRAFICA: Provincia di Caltanissetta

PROVENIENZA: Uliveto aziendale

ALTITUDINE: 300-400 metri s.l.m.

METODO DI RACCOLTA: Brucatura manuale

METODO DI ESTRAZIONE: Ciclo continuo a freddo

ASPETTO: Non filtrato, decantazione naturale

COLORE: Giallo oro con riflessi verdi

AROMA: Erbaceo, floreale con note di pomodoro e lievi sentori di carciofo. Sensazioni olfattive di mandorla.

SAPORE: Fruttato, con leggere note di amaro piccanti ben armonizzate. Persistenza media.

ACIDI GRASSI LIBERI: 0,25%

IMPIEGO SUGGERITO: Arrosto,pesce, cacciagione, zuppe.

Analisi oli extravergine di oliva


Alcune informazioni di ausilio per la conoscenza dell’olio extra vergine di oliva:

  • L’olio di oliva è il grasso vegetale che si ottiene dalla semplice frantumazione delle olive e dalla separazione dell’olio (per pressione o centrifugazione) senza alcun trattamento chimico, un processo unicamente fisico che preserva l’assoluta genuinità del prodotto.
  • L’aggettivo “Vergine”, utilizzato per classificare alcuni oli d’oliva, indica che il prodotto proviene direttamente dalle olive senza alcun procedimento chimico, a differenza delle categorie “Olio di oliva” e “Olio di sansa di olive” che sono sottoposti a trattamenti di raffinazione o di estrazione chimica.
  • La categoria “Extra Vergine” rappresenta il prodotto di qualità superiore rispetto alla semplice categoria del “Vergine”.
  • La legge stabilisce che la categoria “Extra Vergine” deve possedere sensazioni olfatto-gustative di “Fruttato di Oliva” ovvero ricordare il frutto di oliva e l’assoluta assenza di difetti, o meglio l’assenza di sensazioni olfatto-gustative sgradevoli talora oltremodo dannose alla salute.
  • Per la categoria “Vergine”, fermo restando la presenza del fruttato di oliva, è tollerata la presenza di uno o più difetti.
  • La categoria “Extra Vergine” per legge deve possedere qualità chimica, e quindi nutrizionale superiore rispetto a quella degli altri oli.
  • L’acidità dell’olio non è percepibile al gusto, ma si può determinare solo in laboratorio.
  • Tra i grassi vegetali, l’olio di oliva è quello più resistente alle alte temperature raggiunte solamente durante la cottura (frittura) e quindi il più adatto.
  • Per le sue sensazioni olfatto-gustative, si presta ad essere utilizzato non solo come mezzo di cottura (frittura), ma anche per i condimenti a crudo e per molte preparazioni, gastronomiche, potendo interagire sinergicamente con altri ingredienti.
  • Rispetto a tutti gli altri grassi alimentari ha un più elevato valore nutritivo, dovuto alla sua composizione in acidi grassi e alla presenza di antiossidanti naturali e vitamine.
  • Le sensazioni di amaro e piccante sono dovute alla benefica presenza degli antiossidanti naturali.

L'Olio ``Il Duca``